Ceramiche Bianche - Silvano D'Orsi

Visualizzazione di 1-12 di 18 risultati

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni, e nello spazio e nel tempo d’un sogno è racchiusa la nostra breve vita”

W. Shakespeare

Le parole di Shakespeare raccontano queste opere.
Le forme sono perfette e luminose nel bianco irreale che le proietta nell’immaginario. Quei pantaloni e giacche e cappotti sono tenuti in piedi da qualcosa che non è della realtà e dell’esperienza. Sono capi di vestiario quotidiani e attuali, eppure vengono da un altrove che è quello del sogno. Sono fatti di quella materia perciò ci raccontano qualcosa di noi che non sappiamo, sentimenti nascosti in gesti ripetuti, fatti meccanicamente e senza coinvolgimento.
Ecco che ora quelle cose prendono vita e ci parlano un loro linguaggio fatto di grazia e di umiltà, ma anche del grande mistero dell’essere al mondo come cose o come persone, soggette al tempo e allo spazio, solide e fugaci come i sogni.
La stessa impressione danno il corpo femminile e la la testa del cavallo, forme di eleganza sinuosa, tutti e due simboli di bellezza e perfezione. Qui però il candore smaltato li accomuna ai vestiti in una visione che sposa la preziosa lucidità e lo studio alla commozione, in creazioni pensose e astratte, sorridenti e malinconiche.